Rangers Rugby Vicenza

Parco della Pace: lo Stadio Gobbato pronto alle migliorie attese da quasi 50 anni

Il Comune di Vicenza, ha presentato il progetto aggiornato del Parco della Pace, l’opera di recupero degli spazi dell’ex Aeroporto “Dal Molin” di Vicenza dove è inserito sin dal 1974 l’odierno “Stadio Angelo Gobbato” ovvero la struttura storica del rugby vicentino.

Il Sindaco di Vicenza Francesco Rucco, accompagnato dagli assessori Siotto (ambiente) Celebron (lavori pubblici e sport) e Ierardi (infrastrutture, protezione civile e verde pubblico) nella cornice di Sala Stucchi a Palazzo Trissino, hanno presentato la nuova anima che l’attuale amministrazione ha voluto dare al progetto del Parco della Pace, mettendo a punto una serie di modifiche che, nell’ambito di quanto consentito dalla gara già aggiudicata, lo rendano di interesse collettivo. Il Sindaco ha ribadito il massimo sforzo di tutta la squadra, per arrivare all’apertura completa del parco entro la fine del 2021, ma contando di poter aprire singole aree e funzioni anche prima, man mano che vi si concluderanno i lavori.

Ringraziando la Città di Vicenza, la giunta Rucco e la precedente giunta Variati per quanto hanno fatto e stanno facendo, la Rangers Rugby Vicenza intende ribadire che l’area di 40mila metri quadri all’interno del Parco della Pace su cui sorge lo Stadio Angelo Gobbato:

  • è già ora operativa
  • è il risultato di quasi 50 anni di attività della Rangers Rugby Vicenza
  • è il frutto dei sacrifici e della passione di centinaia di volontari appassionati rugbysti
  • è il simbolo della diffusione dello sport della palla ovale in città e che dal 1974 serve migliaia di rugbysti ogni anno
  • è certificata da una perizia asseverata che quantifica in oltre 1 milione di € il valore strutturale creato dal Rugby Vicenza per la Città di Vicenza

La Rangers Rugby Vicenza è sempre stata e sempre sarà pronta e disponibile ad affiancare Amministrazione Comunale e Progettisti nel rendere l’ammodernamento dello Stadio Angelo Gobbato funzionale e senza sprechi, per lo sviluppo delle attività sportive e sociali che ci contraddistinguono e nel rispetto di quanti, dal 1974 ad oggi, si sono impegnati e continuano ad impegnarsi senza chiedere nulla in cambio per il bene della nostra comunità.

Fonte: Comunicato stampa Comune di Vicenza

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: