Rangers Rugby Vicenza

AncamassA: Rangers Rugby Vicenza mantiene la Serie A

David Cecchinato

La Rangers Rugby Vicenza conquista la vittoria ai danni del Rugby Casale e conquista la salvezza matematica. I biancorossi, al termine di un vero e proprio spareggio per il mantenimento della categoria, sul terreno della BPVI Arena portano a casa l’intera posta e chiudono i discorsi in chiave salvezza con una giornata di anticipo, condannando i trevigiani ed il Badia alla retrocessione in Serie B.

Pubblico delle grandi occasioni in Via Baracca, con i bambini delle categorie minirugby dell’Amatori Rugby Vicenza e i ragazzi dell’Under18, di ritorno dalla positiva trasferta di Verona in cui hanno conquistato la vittoria del campionato meritocratico, ad accompagnare l’ingresso in campo delle squadre.

Entrambe le formazioni sono consapevoli dell’importanza di questa sfida, con le prime schermaglie che lasciano intendere uno scontro durissimo in tutti i reparti, chi sbaglia ha un piede in Serie B. Ed è proprio eludendo un placcaggio che al quinto minuto il vicentino Cielo riesce a concludere in meta un bella serie di multifase dei biancorossi, Carrio aggiunge la trasformazione, per il 7-0. Vicenza è più determinato e costringe Casale al fallo, Carrio puntuale centra ancora i pali per il 10-0. Casale si scuote e al quindicesimo si fionda rabbiosamente in avanti, trovando la marcatura sfruttando un soprannumero al largo, Benetti mette la trasformazione per il 10-7 che riapre la partita. Tutto da rifare per i padroni di casa, ma i vicentini oggi in campo hanno le idee chiare e ricominciano a guadagnare terreno, trovando Casale molto nervoso e falloso e proprio al ventiquattesimo ecco l’episodio chiave della partita, con il cartellino rosso comminato dal Direttore di gara al numero 12 trevigiano per un pugno ai danni di Boscolo. Vicenza ora attacca sulle ali dell’entusiasmo ma con poca lucidità, costringendo nuovamente Casale al fallo per evitare la segnatura, altro cartellino, questa volta giallo, per placcaggio pericoloso ma vicentini, malgrado la doppia superiorità numerica, non riescono a fare punti, troppo precipitose le scelte di Torregiani e compagni, che mancano l’appuntamento con la meta in almeno due occasioni e Carrio che non trova il centro dei pali da posizione defilata, Casale ringrazia in quanto alla fine della prima frazione, il punteggio è ancora corto sul 10-7.

Il secondo tempo vede i Rangers ancora in attacco, ma decisamente più concreti, con Fracca che finalmente schiaccia in meta dopo un insistito pick-and-go da touche, Carrio non sbaglia per il 17-7. I trevigiani le provano tutte, giocano ogni pallone per tentare di rientrare in partita, arrivano ad un passo dalla meta, ma la pressione gioca brutti scherzi anche a loro e gli errori in campo sono numerosi. All’ora di gioco, la tensione in campo è massima, ogni errore può condizionare in modo decisivo lo sviluppo della partita, ma Gastaldo mette tutti d’accordo, segnando una meta di prepotenza da giocata da rimessa laterale che fa esplodere tutto il numeroso pubblico presente, l’apertura argentina del Vicenza centra ancora i pali per il 24-7 che manda i biancorossi avanti con il doppio break. Casale ritorna nervoso e falloso, non consentendo al FirstXV di casa di giocare, Carrio non si fa pregare ed in cinque minuti, giocando con il vento, confeziona due deliziosi calci di punizione da grande distanza per il 30-7 della quasi tranquillità, con dieci minuti ancora da giocare. Le ultime fasi vedono ancora Carrio montare in cattedra, mettendo il sigillo alla sua superba prestazione, alla fine Man of the Match, con una meta da manuale del rugby, mandando gambe all’aria ben tre difensori dopo una ricezione dalla sua metà campo. Il punteggio finale recita 35-7, Vicenza conquista vittoria, bonus mete e cosa più importante la permanenza in Serie A con una giornata di anticipo, rendendo ininfluente la trasferta di domenica prossima a Badia Polesine.

Una permanenza conquistata grazie al lavoro ed al sacrificio di tutto il FirstXV e di tutta la Società, giocatori, allenatori, preparatori atletici, fisioterapisti, dirigenti e dirigenza hanno stretto i denti, dopo un girone di qualificazione disastroso, rimboccandosi le maniche, allenandosi di più e meglio, arricchendo la rosa con due innesti di qualità e facendo fiorire tanti giovani del vivaio, tutti elementi che hanno portato ad un risultato importante per tutta la Città di Vicenza.

Complimenti ragazzi, AncamassA ancora in Serie A.

Tabellino:
Vicenza, Stadio Comunale Via F. Baracca – domenica 23 Aprile 2017

Rangers Rugby Vicenza ASD vs ASD Rugby Casale 35-7 (p.t. 10-7)
Marcatori:p.t. 5’ m Cielo tr Carrio (7-0), 12’ cp Carrio (10-0), 15’ m Zorzi tr Benetti (10-7) s.t. 44’ m Fracca tr Carrio (17-7), 51’ m Gastaldo tr Carrio (24-7), 68’ cp Carrio (27-7), 71’ cp Carrio (30-7), 78’ m Carrio (35-7)

Rangers Rugby Vicenza: Marchiori (71’ Del Bubba); Lopresti, Biasolo (71’ Biasolo), Gastaldo, Cielo; Carrio, Boscolo; Torregiani (CAP), Santinello, Nicoli; Berton (60’ Peron), Fracca (68’ Stanica); Furegon, Cenghialta (78’ Zatton), Dorogan (41’ Cossalter).
A Diposizione: Maronato, Tonello.
All. Rampazzo

ASD Rugby Casale: Zorzi (41’ Pivato); Cattel, Gazzola (41’ Visentin), Forese, Gerotto (64’ Ardolino); Benetti, Zappalorto; Secolo, Chinellato (44’ Gaiba), Bacchin; Sala, Marafatto (50’ Toneatti); Pesce (CAP) (73’ Stefani), Andreuzza (52’ Bottazzo), Levaggi (52’ Zanardo).
A Diposizione: Stefani, Visentin.
All. Dal Sie

Arb. Piardi
Cartellini: 24’ cartellino rosso Forese (Rugby Casale), 39’ cartellino giallo Sala (Rugby Casale)
Calciatori: Carrio (Rangers Rugby Vicenza) 5/7; Benetti (Rugby Casale) 1/1

Note: pomeriggio con cielo sereno e temperatura primaverile. Campo in ottime condizioni. 400 spettatori presenti
Punti conquistati in classifica: Rangers Rugby Vicenza 5; ASD Rugby Casale 0
Man of the match: Carrio (Rangers Rugby Vicenza)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: