Rangers Rugby Vicenza

Under 20. Rangers Rugby Vicenza vs Rugby Bassano………dal nostro inviato

Rangers Rugby Vicenza vs Rugby Bassano  22 – 7


Continua il risultato positivo, della nostra U20, ma scontentando sicuramente il pubblico dei più esperti, che hanno visto una partita molto fisica e molto intensa, ma di modesta qualità tecnica. Devo dire che a fine partita il mio umore era nero e anche quello dei ragazzi, che sicuramente avevano percepito di aver fatto una prestazione di grande intensità, ma non di qualità tecnica. Peccato! Venivamo da una settimana di allenamenti molto proficua, ma un infortunio al piede del nostro numero 10 che ha condizionato molto la sua prestazione e la mancanza di sicurezza in touche, uno dei nostri fondamentali, sia in fase di lancio, sia in fase di ricezione, hanno rotto gli equilibri dell’attacco, quasi sempre impreciso. Nelle frasi celebri si dice “…. Dio ha inventato la birra, altrimenti gli avanti conquisterebbero il mondo…” e per fortuna che questi avanti esistono: senza birra e senza scuse, ieri hanno fatto la differenza, macinando gioco.
Bene Messina, Amankwaah, Crisci, bene Dalma, bene Cossi che con grande generosità e continuità, hanno sempre creato pressione e avanzamento. Mediana meno lucida del solito e quindi trequarti utilizzati poco, anche quando ampi spazi davano grandi possibilità di gioco al largo. Partita nervosa, con cartellino giallo a metà del primo tempo, ai due mediani, rei di essersi azzuffati al termine di una mischia. I primi ad andare in meta sono i Bassanesi che al 25′ del primo tempo, vanno in vantaggio, per una mancata salita difensiva vicentina, confermando lo stato di confusione generale. La meta viene trasformata. Alla confusione della squadra si aggiunge quella fatta dall’arbitro che fischia la fine del primo tempo al 30°, ammettendo l’errore e aggiungendo che avrebbe recuperato nel secondo tempo, infatti, abbiamo giocato 47 minuti….. Nell’intervallo, tentiamo l’agognato risveglio della squadra, facendo presente quale sia sempre stato il nostro gioco e che fino a quel momento non era mai stato applicato. Si torna in campo senza nessuna sostituzione. Inizia il secondo tempo e il Bassano cala vistosamente dal punto di vista fisico, anche per un certo numero di infortuni, tra i quali quello del loro 10, ragazzo che ha espresso una buona qualità di gioco, come per il loro numero 15, sempre preciso, leggero nella corsa, abile nel passaggio. Al 12′ va in meta Dal Martello, con una pesante incursione della mischia e, subito dopo   al 17′ va in meta Peron, meta trasformata da Camerra. Tra mille imprecisioni, fatiche inutili e tentativi di sfondamento in una zona del campo ampiamente presidiata dagli avversari, al 30′ e al 40′ vanno in meta Camerra e Crisci autore come detto di una partita di grande sostanza. Stranamente migliore in campo un 3/4, Tommaso Andriollo, che ha placcato tutto e di più, sempre presente e autore di grandi recuperi in molte zone del campo. Qualcuno fuori campo ha detto “5 bei punti portati a casa”, è vero, comodi, ma poco soddisfacenti con la mole di lavoro fatta, rispetto ai risultati ottenuti. Come detto…. bisogna lavorare, lavorare, lavorare e ancora lavorare.
Domenica prossima non si gioca, provvidenziale riposo per rimettere in sesto le idee, perché ciò che è mancato in questa domenica è stata solamente la lucidità, la consapevolezza di leggere la difesa e fare le cose semplici, a volte scontate ma molto più efficaci.

A me è mancata un po’ di pazienza in più, anch’io faccio mea culpa…

Rangers Rugby Vicenza: Antonello, Trapani, Andriollo, Ferrari, Tonello (8′ del 2° tempo sost. Maculan), Camerra, Maronato; Dalmartello, Cossalter (30′ del 2° tempo sost. Faggionato L.), Crisci, Zazzaron (20′ 2° tempo sost. Candiago), Peron (Cap); Amankwaah, Toppan (8′ del 2° tempo sost.Filippozzi), Messina.
A disposizione: Filipozzi, Candiago, Speggiorin, De Bernardini, Trentin, Maculan (10′ del 2° tempo sost. Tonello).

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *