Rangers Rugby Vicenza

5a tappa CI Femminile‏

La serie ininterrotta di vittorie del Vicenza Rugby femminile ha conosciuto una battuta d’arresto domenica 31 gennaio a Villorba, in occasione della quarta giornata di Coppa Italia Seniores.

La prima partita del concentramento ha visto scendere in campo un Verona cresciuto sul piano fisico e tecnico e determinato a rifarsi della sconfitta subita a Trento in novembre. In quattro minuti le scaligere hanno segnato tre mete, marcando fin da subito la direzione dell’incontro. Il Vicenza ha reagito con lucidità recuperando terreno con due mete in ciascun tempo, ma non è bastato; altre due mete del Verona a inizio e fine del secondo tempo hanno portato il risultato finale a 33-28, con una trasformazione mancata del Verona.

L’incontro con il Trento 1 è stato dominato interamente dalle biancorosse, che hanno chiuso il primo tempo con tre mete. Nel secondo tempo è prevalso il nervosismo in campo e un fallo di reazione è costato un cartellino rosso al mediano Zarantonello Marzia. La partita, nonostante l’inferiorità numerica, è stata vinta dal Vicenza per 30-0.

La terza e ultima gara del girone ha permesso al Vicenza di confrontarsi finalmente con le Torelle sudate Rugby, squadra che ha dimostrato di possedere un buon livello di preparazione tecnica e iniziativa di gioco. Le ragazze capitanate da Sara Milano hanno però saputo imporsi fin dall’inizio, segnando tre mete nel primo tempo e chiudendo l’incontro 20 a 5.

Nella finale tra i due gironi il Vicenza ha disputato la partita per il terzo/quarto posto contro il Trento 2 vincendo per 35-5 e conquistando quindi 8 punti nella classifica del concentramento, preceduto da Verona e Montebelluna con 12 e 10 punti rispettivamente.

Nonostante l’amarezza per la prima sconfitta del Vicenza, l’allenatore Zarantonello ha commentato la giornata con una nota positiva: «Bisognerà ripartire proprio dagli errori commessi in campo per lavorare assieme, allenatori e squadra, e migliorare in vista dei prossimi due concentramenti di febbraio».

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *