Rangers Rugby Vicenza – Amatori Rugby Vicenza | Dal 1974 il Rugby a Vicenza

Under 20. Un campo proibitivo non impedisce ai Rangers di tornare vincitori da Feltre…..dal nostro inviato

Rugby Feltre vs Rangers Rugby Vicenza   21 – 42 (p.t. 0 – 21)

Il primo commento alla visita dell’impianto del Feltre, da parte del nostro allenatore “ORSO” Mietto, ci ha fatto sorridere, perché pareva nulla cambiato dal 1976, quando la formazione giovanile dello ZUGI affrontava il Feltre nel campionato di serie C: ” tutto compagno, no xe cambià gnente….”. Stessi spogliatoi, stessa club house, stesso campo senza erba. La mia memoria è più corta, risale a quando allenavo i miei figli in under 13 nel 2003…. Stessi spogliatoi, stessa club house, stesso campo senza erba. Un viaggio iniziato con una bella giornata senza nuvole, leggermente ingrigita durante il riscaldamento, ma poi tornata assolata. Dividiamo l’unico spogliatoio con l’under 16 del Casale che avrebbe giocato prima di noi e iniziamo la nostra preparazione, psicologica al coperto e fisica in un campetto da calcio in sabbia e sassi, affiancato al campo da rugby….. MAI LAMENTARSI DELLE NOSTRE STRUTTURE!!!! Bravo il Feltre che nonostante la neve rimasta a padroneggiare per un bel po’ di mesi, impedendo gli allenamenti, è sceso in campo convinto e deciso a fare la sua bella prestazione. Nulla da dire sulla loro voglia e grinta che per tutti i 70 minuti, li ha accompagnati fino a far ottenere i 21 punti, assolutamente tutti guadagnati. La partita inizia subito con un incertezza del Feltre, che non gestisce una palla di rimessa e a 1′ minuto prende una meta in contropiede, con una fuga di Antonello che poi Camerra trasforma. 0 – 7. La maggiore fisicità e veemenza del Feltre viene gestita con un certo ordine dal Vicenza e, al 15′ è Meneguzzo, che imita perfettamente la meta precedente e deposita la palla in meta. Camerra trasforma ancora. 0 – 14. Passano altri 5 minuti e Ferrari, fintando un passaggio entra nel canale aperto con la sua stessa finta e deposita la palla tra i pali. Ancora facile la trasformazione di Camerra 0 – 21. Si va a riposo e il Feltre non è per nulla ne domato ne stordito anzi è voglioso di dimostrare che il suo ultimo posto in classifica gli sta stretto ed infatti al 46′, su di un errore di ripartenza del nostro estremo, perdiamo la palla e il Feltre va in meta con una bella penetrazione del loro 12, molto veloce e aggressivo. Meta che viene trasformata. 7 – 21. Il Feltre prova in tutte le maniere di abbattere la tenace difesa Vicentina ed in particolar modo in tre occasioni sembrava esserci riuscito, ma la straordinaria voglia e capacità difensiva di Maronato, ha chiuso ogni possibilità. L’arbitro concede molto gioco, forse fin troppo, e nei raggruppamenti e nelle touche, prende vita una forma di anarchia che fa perdere la qualità degli interventi e dell’uscita della palla, ma al 52′ Messina riesce a recuperare una palla sui 22 metri avversari e con un’azione di penetrazione personale, la porta in meta. Camerra trasforma ancora 7 – 28. Al 53′ iniziano i primi cambi ed esce Antoniazzi, autore di una bella partita ed entra Cossalter e subito dopo per un trauma all’osso sacro, esce Meneguzzo ed entra Andriollo. Passano 2 minuti e al 57′ Antonello crede in un calcio all’ala di Ferrari, sbuca tra due difensori e con un calcetto si porta la palla in meta schiacciandola. Camerra autore di tutti i calci di trasformazione, la mette in mezzo ai pali. 7 – 35. Diamo giro alla panchina, e al 61′ escono Speggiorin e Tonello ed entrano Candiago e Padoan. Il Feltre continua la sua furiosa aggressività e da una serie di incursioni, veniamo più volte penalizzati giustamente dall’arbitro per dei fuorigioco difensivi, che ci fanno arretrare di 10 metri come da regolamento, fino alla giusta soddisfazione della mischia Feltrina, che al 65′ va in meta, poi trasformata. 14 – 35. La partita volge al termine, al 67′ esce Peron ed entra Zazzaron, ma è Biasolo che si inserisce da ala verso il centro e con alcune finte, ubriaca la difesa portando la pala tra i pali. Camerra trasforma. 14 – 42. E’ il 68′ esce Biasolo e entra Trapani, ma vi è ancora un guizzo del Feltre che al 70′ con il loro pilone, in tuffo arriva un po’ corto, ma batte la palla sulla base del saccone di protezione del palo….. così almeno ci è stato detto dall’arbitro. Meta! Con la trasformazione si va al punteggio finale di 21 a 42. Prestazione difficile da valutare, molte palle perse in avanti dai piloni in fase di avanzamento, poca lucidità in alcune situazioni difensive che ci hanno portato a prendere la prima meta, ma forse anche un campo dal fondo insidioso e un po’ troppa confusione mal gestita in generale. Bene i trequarti, che si son mossi partendo profondi e senza particolari errori alla mano, molto bene la difesa sull’uno contro uno, MAN OF THE MATCH: Giorgio Maronato, autore di una buona partita in attacco, ma ottima a livello difensivo. Manca solamente l’ultima partita in casa con il Paese che domenica prossima farà concludere questa prima fase del campionato, pronti poi per la fase primaverile. Un campionato concluso con un bel po’ di prestiti alla under 23, senza aver perso giocatori per strada, qualcuno è cresciuto in tecnica e consapevolezza, qualcuno un po’ meno, ma ci sarà tempo….Finale di giornata godereccio al Pedavena, davanti a wurstel, lonza, crauti e patate, il tutto ben annaffiato da alcune caraffe di birra fresca. Interessante anche il servizio al tavolo….

Rangers Rugby Vicenza: 15 Camerra G., 14 Tonello P. (61’ Padoan A.), 13 Antonello A., 12 Meneguzzo G. (55′ Andriollo T.), 11 Biasolo A. (68′ Trapani F.), 10 Ferrai L., 9 Maronato L., 8 Mietto B., 7 Antoniazzi A. (Cossalter N.), 6 Crisci R., 5 Peron M. (61′ Candiago L.), 4 Speggiorin F. (67′ Zazzaron F.), 3 Amankwaah F. , 2 Giazzon S., 1 Messina R.
A diposizione: Maculan M.

Allenatori: Massimo Tonello
Assistenti: Maurizio Mieto

Marcatori: Primo tempo: 1′ meta Antonello, Trasf. Camerra (0-7); 15′ meta Meneguzzo, trasf. Camerra (0-14); 15′ meta Ferrari, trasf. Camerra (0-21) Secondo tempo: 11′ meta del Feltre trasf. (7-21);52′ meta Messina, trasf. Camerra (7-28); 57′ meta Antonello, Trasf. Camerra (7-35); 65′ meta di Feltre, trasf. (14-35); 67′ meta Biasolo, Trasf. Camerra (14-42), 70′ meta del Feltre, trasf. (21-42)

Arbitro: Sig. Mauro Poli

2 Commenti

  1. zio Beppe

    17 aprile 2013 at 17:11

    E’ ovvio che i miei complimenti vadano a tutta la squadra. Desidero,però, manifestare all’allenatore Massimo Tonello e a suo figlio e mio pronipote Pietro tutta la mia ammirazione e il mio affetto.

  2. zio Beppe

    17 aprile 2013 at 17:11

    E’ ovvio che i miei complimenti vadano a tutta la squadra. Desidero,però, manifestare all’allenatore Massimo Tonello e a suo figlio e mio pronipote Pietro tutta la mia ammirazione e il mio affetto.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *