Rangers Rugby Vicenza

Under 20. La sconfitta con il San Donà mette fine alla corsa dei biancorossi per la Coppa CRV…….dal nostro inviato

Coppa Comitato Regionale Veneto
Amatori Rugby San Donà vs Rangers Rugby Vicenza   34 – 3 (p.t. 15 – 3)

Ultimo incontro dell’anno per la nostra under 20, che non è riuscita a coronare una vittoria, affrontando un San Donà più organizzato e particolarmente “atletico”. Buona volontà ed impegno non son sempre sufficienti a domare una fisicità ed una maggiore organizzazione in campo, dettata anche da un terzo posto nel campionato élite, che certamente incide nella gestione esperta delle partite. Abbiamo pagato la nostra ridotta fisicità per tutto l’anno e ancor di più, affrontando una squadra così strutturata e attiva, questo nostro limite si è evidenziato, penalizzandoci in maniera importante. La media del peso a giocatore era sicuramente a nostro sfavore di almeno una decina di kg e sia negli impatti, sia nelle maul, non ci ha dato grandi chance di gioco. L’avvio dell’incontro è stato subito difficile, con lo strapotere della mischia del San Donà, che costruisce delle maul inarrestabili e avanzanti che al 5′ minuto li portano subito in meta, poi non trasformata. San Donà 5 – Vicenza 0. E’ difficile arginare anche la loro touche dove l’altezza media delle loro seconde è di gran lunga maggiore e nasce l’assioma che: “pilone alto e grosso che alza seconda linea alta…. vince touche!!!”. Diventa difficile quindi avere fonti di gioco e al 15′ arriva la seconda meta costruita da touche e portata in meta con una maul partita dai 10 metri. San Donà 10 – Vicenza 0. Il Vicenza, ciò nonostante prova a far breccia sull’arcigna e fisica difesa bianco azzurra, ma il nostro maggiore impegno è dedicato alla fase difensiva e l’agognata meta non arriva. Camerra al 26′ centra i pali da calcio di punizione accorciando lo svantaggio. San Donà 10 – Vicenza 3. Il San Donà riparte indomito non facendo passare nemmeno un minuto e, da una salita difensiva non di qualità della nostra ala, il loro 14 non manca il bersaglio. San Donà 15 – Vicenza 3. Si va a riposo con un modesto scarto sul punteggio, ma il Vicenza è ovviamente stanco per il lavoro difensivo profuso e per la difficile gestione delle fasi di gioco, per noi piuttosto sterili per la strapotenza fisica dei nostri avversari. Inizia il secondo tempo e dopo soli 3 minuti dalla ripresa del gioco, è ancora il San Donà che ci punisce ancora con una meta del loro 13, poi trasformata. San Donà 22 – Vicenza 3. La partita è certamente in salita e il Vicenza pur mettendo impegno e geometrie di gioco, riesce magari a fare avanzamento, ma la conclusione viene meno per la grande capacità difensiva dei nostri avversari, dotati anche di grande organizzazione. Al 4° minuto escono Messina e Zazzaron ed entrano Trentin e Crisci, ma le difficoltà sono evidenti, nonostante la nostra difesa sia davvero coraggiosa. In pochi minuti vengono commissionati un giallo ed un rosso al San Donà, ma nonostante la superiorità numerica non si passa, anzi al 20′ i bianco celesti ritornano in meta. San Donà 27 – Vicenza 3. Esce Faggionato ed entra Cossalter e poco dopo diamo completo giro a tutta la panchina con le entrate di Giazzon, Tonello e Trapani, ma c’è spazio per l’ultima meta del San Donà che con il solito carretto impegna la difesa per poi aprire ad un fisico e veloce centro che irrompe sui nostri trequarti e deposita la palla oltre la linea… San Donà 34 – Vicenza 3. Siamo stati messi sotto da una bellissima squadra, che si batterà in finale per questa coppa CIV contro il Mogliano, vincitore dall’incontro svolto dopo di noi contro il Petrarca. Dopo aver visto i due incontri, per loro le chance di vittoria sono davvero molte. Un augurio ai nostri meritevoli avversari, ma vorrei fare nel contempo un grande applauso a questo nostro Vicenza che se pur con qualche lacrima a fine partita, ha tenuto se pur con fatica, la veemenza degli avversari, limitando il loro strapotere fisico e atletico, gap impossibile da ridurre, sia con la tecnica, sia con l’impegno. Tre mete subite nel primo tempo e tre nel secondo tempo… magra consolazione? Forse, ma io ho visto i miei ragazzi e so che non è così. E’ stata la nostra ultima partita insieme e ringrazio davvero tutti i ragazzi, i loro genitori, i miei dirigenti, il mio coach Orso, Fabio Fisio. L’anno prossimo per me  non sarà un anno sabbatico, ma un anno di impegno societario difficile all’insegna dell’organizzazione, per tentare di costruire e migliorare l’intero management, proprio in virtù delle potenzialità che questi nostri ragazzi mettono in campo e quindi per poter dar loro sempre maggiore qualità organizzativa e tecnica per la loro crescita di atleti e di facenti parte del nostro mondo RUGBY VICENZA. Farò l’impossibile per vedermi qualche allenamento e qualche partita del loro prossimo campionato… dismettere le scarpe con i tacchetti dopo tanto tempo non sarà molto facile….In bocca al lupo ragazzi state uniti e lavorate come avete fatto quest’anno. MAX

Rangers Rugby Vicenza: 15 Camerra G., 14 Biasolo A. (66’ Tonello P.), 13 Meneguzzo G., 12 Andriollo T., 11 Antonello A. (67′ Trapani F.), 10 Ferrai L., 9 Maronato L., 8 Faggionato L. (50′ Cossalter N.), 7 Mietto B., 6 Peron M., 5 Zazzaron F. ( 39′ Crisci R.), 4 Speggiorin F., 3 Amankwaah F., 2 Toppan M. (44 Giazzon S.), 1 Messina R. (39′ Trentin A.)
A diposizione: Zambonin A.

Allenatori: Massimo Tonello
Assistenti: Maurizio Mieto

Marcatori: Primo tempo: 5′ meta Sandonà non trasf. (5 – 0); 15′ meta Sandonà non trasf. (10 – 0); 26′ C.P. Camerra trasf.(15 – 3); 29′ meta Sandonà (15 – 3) Secondo tempo: 38′ meta Sandonà (22 – 3); 55′ meta Sandonà (27 – 3); 69′ meta Sandonà (34 – 3); 

Arbitro: PIRAN GREGORIO

CARTELLINI: Cartellino Giallo a Dal Col Riccardo Sandonà e Cartellino rosso a Cincotto Andrea Sandonà

MAN OF THE MATCH: Peron MAtteo

METEO: Coperto inizio incontro, poi soleggiato.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *