Rangers Rugby Vicenza

Under 20. Cus Padova vs Rangers Rugby Vicenza………dal nostro inviato

Vinta a tavolino la partita  con il Cus Padova che sul campo si era conclusa:

CUS PADOVA 12 – RANGER RUGBY VICENZA 27

Seconda partita dei nostri under 20, anche questa in trasferta e nel difficile territorio del Cus Padova storica e blasonata società. Come sempre diciamo, la migliore formazione è quella che scende in campo la domenica mattina, perché essere campioni o superman durante le settimana e mancare alla domenica serve poco.Non è polemica, ma la sola constatazione che la teoria dei grandi numeri iscritti, non è assoluta facendo i conti con febbre, mal di pancia ed infortuni vari, ed è così che dai 32/34 ragazzi sempre presenti ad ogni allenamento, domenica siamo scesi in campo facendo un po’ la “conta” e gli ammalati erano certamente tutte “prime scelte”, ma come detto nessuno si è fermato e si è potuto sperimentare con soddisfazione qualche ruolo nuovo.
In questi momenti, poi, si estrae il meglio da ognuno, perché ci si sente responsabili di fare una prestazione all’altezza anche se manca il n° 8 ufficiale e così è stato: bravo Leo Faggionato che senza mai aver provato ripartenze da terza centro e con poco allenamento specifico, ha fatto un tempo d’impegno, coronato con una bella meta all’ala.
Comunque andando alla cronaca della partita il Cus Padova come sempre si è dimostrato molto aggressivo, tenendoci fin dal primo minuto dentro la nostra metà campo per 16 minuti intensissimi, fino costruire una meta poi trasformata. Il Vicenza sembra soffrire un po’ la pressione dei patavini, ma reagisce velocissimamente, con un incursione da ripartenza su punto d’incontro di Maronato, che al 20′ sorprende la difesa e va in meta, anche questa trasformata dal solito piede fatato del nostro Camerra. Alcune imprecisioni arbitrali, a nostro svantaggio per tutto il primo tempo sono poi state compensate a sfavore del Cus nel secondo, e proprio da una ripartenza del loro n. 8 palesemente in fuorigioco all’interno dei nostri 10, il CUS va in vantaggio al 22′, senza poi eseguirne la trasformazione. Il Vicenza riparte, senza mai
cedere psicologicamente, anzi sembra più un diesel che inizia a scaldarsi per prendere le misure e al 30′, come detto Leo Faggionato deposita in tuffo all’ala la palla del 12 pari, vista la mancata trasformazione di un palmo di Camerra. Si va a riposo dove si riprende fiato e si ricostruiscono le idee, anche se non sembrano confuse: la mischia ha fatto 3 o 4 bei carretti da maul, si vedono delle contro ruck di qualità, i placcaggi non mancano, forse, anzi, senza forse, qualche avanti di troppo tra i 3/4, ma si riparte. Cambia il volto della partita, l’arbitro cambia completamente visione e inizia a tutelarci fin troppo, in alcune ruck, infatti qualche mani a terra di troppo e qualche laterale, non è stato visto, ma non credo sia questo il motivo per cui il Cus si sia fermato, un po’ ha ceduto fisicamente, qualche infortunio che ha costretto l’allenatore a sostituire in particolar modo il loro 15, veramente molto attivo e veloce, che in uno scontro frontale con il nostro “pungiforme” Trapani, ha avuto la peggio, subendo un colpo al viso che l’ha costretto all’uscita in autoambulanza. Tutti i nostri migliori auguri di pronto rientro.
Un Cus che scendeva e un Vicenza che invece manteneva gli stessi ritmi e al 7′ dal solito collaudato schema da touche, c’è la bellissima meta di Messina, successivamente trasformata. La partita scorre via sempre più tra le mani del Vicenza che macina gioco sia tra i 3/4 sia con gli avanti ed è proprio in una mischia a nostro sfavore, dentro ai loro cinque, che il “furetto” Maronato, al 19′, ruba il tempo al loro numero 9, e deposita in meta, non trasformata. Un calcio di punizione trasformato al 30′, chiude l’incontro.

Formazione Rangers Rugby Vicenza:  Padoan, Biasolo, Andriollo, Ferrari, Tonello (1′ del 2° tempo sost. Trapani), Camerra, Maronato; Faggionato L. (5′ 2° tempo sost. Filippozzi), Cossalter, Crisci, Zazzaron (20′ 2° tempo sost. Speggiorin), Peron (Cap); Amankwaah), Toppan, Messina.
A disposizione: Filipozzi, Candiago, Zambonin, Trapani, Zago, Maculan, Speggiorin.
Allenatore: Massimo Tonello

Formazione Cus Padova: Meneghetti, Carlassara, Schiavon, Crivellaro, Giudicianni, Piazza, Ballin A., Socche, Gelain, Moliterni, Fiorotto, Cognolato, Ruzza A., Ostuni Minuzzi, Griggio.
A disposizione: Barbieri, Lazzarin, Gill Jaswant, Ruzza G., Ballin R., Favaretto, Coin
Allenatore: Mauro Vignando

Man of the match: un preciso e veloce Giorgio Maronato che sta dando continuità al suo ruolo.

Sicuramente c’è da lavorare, ma la cosa più interessante è la mentalità mai doma di questi ragazzi, che davanti ad un arrembante CUS PADOVA non si sono lasciati intimidire e come avevamo chiesto, hanno buttato il cuore oltre l’ostacolo. Gli altri risultati parlano chiaro, sarà un campionato equilibrato e molto duro, quindi niente cantar vittoria, si lavora, si lavora, si lavora, e si lavora!!!! Bravi comunque

 

Venerdì 19 ottobre

Breaking news………Campionato U20. Il Rangers Rugby Vicenza vince a tavolino con il Cus Padova la partita di domenica 14 ottobre già vinta sul campo

DELIBERA GARA: UNDER 20 girone 2 del 14/10/2012 CUS PADOVA RUGBY – RUGBY VICENZA ASD
Il Giudice Sportivo Regionale, visto il referto arbitrale del signor Comai Alessio e gli elenchi giocatori, rilevato che la società CUS PADOVA RUGBY codice FIR 0190779 presenta in lista il giocatore GELAIN ANDREA tessera FIR 0294873 con maglia n. 7 NON TESSERATO ALLA DATA DELLA GARA 14/10/2012 P.Q.M. visti ed applicati gli articoli 7 lett. f), articolo 16 2° comma lettera b) e l’articolo 25 lett. b) del Regolamento Attività Sportiva dichiara la società CUS PADOVA RUGBY PERDENTE, omologa la gara con il punteggio di 0-20 in favore della società RUGBY VICENZA RUGBY.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *