Rangers Rugby Vicenza

Under 16 – prima partita girone nazionale sofferta

L’Under 16 del Rangers Vicenza esce sconfitta per 24 a 0 nella prima partita del girone finale nazionale di categoria giocata sul terreno della Benetton Treviso.A fare la differenza la superiore organizzazione di gioco e la maggiore
determinazione dei biancoverdi che ancora una volta dimostrano sul campo tutte le potenzialità di cui sono dotati e che li rendono i più accreditati pretendenti alla vittoria finale. Nel primo tempo la partita non ha storia. Il Benetton parte subito convinto e al 4′ è già in meta  in mezzo ai pali con un’azione prepotente del suo tallonatore Ferraro, la cui trasformazione vale l’iniziale 7 a 0. I nostri cercano di imbastire una qualche reazione ma una serie di errori alla mano, che si ripeteranno in prosieguo e la minore reattività nelle rucks penalizzano i tentativi di penetrazione nei 22 avversari. Il Benetton è concentratissimo e sia con la mischia che con le rapide aperture sui trequarti mette in difficoltà i nostri che si devono votare ad un lavoro di contenimento. La continua pressione dei biancoverdi conduce in successione ad altre 3 mete, al 10′, 24′ e 29′ e la prima frazione si chiude su 24 -a 0, con qualche preoccupazione per la tenuta finale dei nostri. Nel secondo  tempo i
nostri ragazzi si scuotono e, mercè qualche aggiustamento nei meccanismi di squadra, riescono a riequilibrare la partita, portando meglio la palla e affacciandosi con più convinzione nella meta campo della Benetton, riuscendo in un paio di occasioni a giocare vicino alla linea di meta. Ma i biancoverdi sfoderano una difesa arcigna che impedisce ai nostri di segnare la meta della bandiera ed il risultato rimane inalterato.
L’Under 16 del Vicenza paga lo scotto di qualche errore di troppo commesso nei passaggi e la minore convinzione nel recupero della palla nelle fasi statiche, ma il tutto deve essere anche correttamente rapportato al valore degli avversari,che hanno voluto fugare ogni dubbio sulla loro forza. I ragazzi non si devono demoralizzare. Si sapeva che nel girone di qualificazione nazionale si sarebbero incontrate compagini di grande spessore tecnico ed occorre stringere i denti, ritrovando in fretta, a partire dalla prossima partita casalinga, quei valori di gruppo che hanno sin qui permesso risultati più che positivi. Il grande lavoro svolto dai nostri allenatori ha posto al riguardo delle ottime basi e siamo convinti che i nostri, alla fine, non sfigureranno e sapranno ancora togliersi qualche soddisfazione.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *