Rangers Rugby Vicenza

Under 16 Elite: Nello scontro al vertice prevale il San Donà………..dal nostro inviato

Girone 1 Elite
Rangers Rugby Vicenza vs Rugby Educativo San Donà  10 – 22 ( p.t. 10 – 10)

Arriva il San Donà primo in classifica del girone Elite under 16 contro il Vicenza che lo insegue due punti più  in basso ma con entrambe le squadre ancora imbattute in questa prima parte del campionato; fischio d’inizio, terreno pesante e temperatura fredda non sono le premesse migliori per una partita bella da vedere, ma la posta in palio è alta ed entrambe le squadre mettono forza e carattere in campo; prima parte dell’incontro con il San Donà che spinge in avanti con un Vicenza che cerca di rispondere con tutte le sue forze, al 12’ il Vicenza schiacciato nei suoi 22’ calcia male e si fa intercettare il pallone subendo la prima meta e la successiva trasformazione. Risponde subito bene il Vicenza al 15’ con una bella azione di Cadorini sulla fascia destra che libera Di Gioia che riesce ad andare in meta portando il punteggio sul 5-7. La pressione del San Donà si fa sentire, al 20’ Cadorini chiede il cambio per un problema al braccio e poco dopo il pilone del San Donà cerca il contatto duro con Di Gioia lasciandolo a terra, poi si congratula con i suoi compagni e questo sicuramente non è un gesto di grande sportività. Al 29’ il San Donà ha la possibilità di allungare con un calcio di punizione e non si fa scappare l’occasione portandosi sul 5-10. Vicenza che sente la pressione dell’avversario ma non demorde e cerca di sfruttare ogni occasione, proprio al 30’ Baruffato intercetta un rinvio errato e va in meta, peccato per la trasformazione mancata e punteggio in parità sul 10-10 al termine del primo tempo. Secondo tempo con partita in equilibrio, San Donà che prevale nel possesso palla ma Vicenza che si difende con grande forza e determinazione, sale l’agonismo in campo e l’arbitro fatica a tenere il controllo della situazione, al 15’ per un calcio in mischia il San Donà subisce l’espulsione rimanendo in 14; 20’cambio nel Vicenza per Matteo Maran che entra al posto di Belluomini. Partita che entra negli ultimi 10 minuti con le squadre ancora in parità, ma la sensazione è che il Vicenza fatichi sempre di più a placcare l’uomo e lascia troppi spazi al San Donà. Al 23’ proprio su un affondo dei loro tre/quarti Boscolo placca in modo scorretto e viene messo fuori dall’arbitro con un giallo; è la svolta della partita, il Vicenza che con grande forza e determinazione era riuscito a tenere il risultato cede al 25’ subendo una meta di forza del San Donà con i loro avanti; 28’ entra Casarotto per Zatton. Vicenza che sembra aver finito la benzina e che non dà segni di reazione, proprio in chiusura al 30’ su una touche giocata corta il San Donà trova la terza meta sorprendendo la difesa del Vicenza e portando il punteggio sul 10 a 22 che non descrive il sostanziale equilibrio rotto solo negli ultimi 5 minuti di gioco. Un Vicenza non al completo di uomini e con molti 98 in campo ha dovuto cedere ad un San Donà più forte e che ha meritato la vittoria. Si è trattata comunque di una buona prestazione che ha riscattato sul piano caratteriale la poco convincente prova a Udine di domenica scorsa; adesso si deve guardare avanti e pensare alla prossima partita lasciandoci alle spalle quella di oggi, convinti dentro di noi che non si è trattato di una “sconfitta” quando si dà il massimo comunque si vince sempre.

Rangers Rugby Vicenza: Toffanin, Belluomini, Zatton, Sasso, Seganfreddo, Di Gioia, Lora, Cicciù, Baruffato, Contin, Cielo, Cadorini, Pomi, Maran Marco, Boscolo.
A disposizione: Casarotto, Bruttomesso, Giordino, Maran Matteo.

Allenatori: Zambonin e Barban.

Marcatori: p.t. 12’ m. San Donà tr. (numero 12) (0 – 7) ; 15’ m. Di Gioia n.t (5-7); 29’ punizione (San Donà) (5-10); 30’ m. Baruffato n.t. (10-10) s.t. 25’ (San Donà) n.t. (10 – 15); 30’ (San Donà) tr. (10-22)

Arbitro: Sig. Andrea Rampone

 

2 Commenti

  1. marco

    17/12/2012 at 22:32

    il nome del pilone è marco e non vede l’ora di fare il ritorno per congratularsi di nuovo con i suoi compagni 😉

  2. marco

    17/12/2012 at 22:32

    il nome del pilone è marco e non vede l’ora di fare il ritorno per congratularsi di nuovo con i suoi compagni 😉

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *