Rangers Rugby Vicenza

Under 16 Coppa CRV. Coppa Primavera inizia bene per il Vicenza, dopo Rovigo arriva la vittoria anche a Bassano……dal nostro inviato

Coppa CRV
Bassano Rugby vs Rangers Rugby Vicenza  5 – 37 (p.t. 0 – 15)

…..come Coppi e Bartali……….

Finiti gli impegni del girone Elite arriva la Coppa Primavera, il Vicenza è inserito nel girone con Rovigo, Bassano, Verona e Mirano che dovranno essere affrontati nell’ordine. Dopo il buon esordio a Rovigo che ci ha visti tornare alla vittoria ma soprattutto ritrovare gioco e convinzione, il Vicenza è atteso alla verifica sul difficile campo del Bassano; torniamo qui dopo almeno due anni ma molti si ricordano che questo è sempre stato un campo difficile dove abbiamo trovato giocatori di grande valore, molti di questi hanno scelto di giocare a Treviso (Benetton per precisione …) ma un paio di elementi sono rimasti qui e sappiamo che oggi ci renderanno la vita difficile. Diciamo subito che la partita è stata giocata e vissuta con correttezza da entrambe le parti. Il “fair play”, come testimonia la foto a fianco inviataci da un dirigente del Bassano, ne è la migliore testimonianza. Giornata splendida, terreno in condizioni accettabili sono le premesse per una bella partita e il Vicenza non si fa aspettare, alla prima palla che riesce a manovrare Cielo si invola sulla sinistra e libera la corsa di Antonello che va in meta, siamo al secondo minuto e come inizio non c’è male; si capisce già dalle prime azioni che il bel gioco visto a Rovigo non è stato un episodio, il Vicenza continua con azioni alla mano senza perdere palloni e mette in grossa difficoltà i tre quarti del Bassano, al 7’ azione fotocopia della prima meta, questa volta è Sasso a trovare il corridoio buono ed andare in meta; 14’ il Vicenza non si ferma più e capisce che sempre sulla fascia sinistra si può trovare il varco giusto, questa volta in meta ci va Cielo … troppa grazia! Si risveglia l’azione del Bassano che con la spinta in mischia di Franceschini (universalmente conosciuto nell’ambiente come Benito) e le incursioni della terza linea Orso (unico 97 già in accademia a Mogliano)  cerca di passare con iniziative individuali; i placcaggi dei nostri fermano le loro azioni sul nascere, Baggio e Boscolo che li conoscono bene sanno che non bisogna lasciali spazio e placcarli subito è l’unico modo per fermarli, il resto è una dimostrazione che il Rugby è uno sport di squadra e anche con due giocatori dalle grandi doti tecnico-fisiche in squadra non si riesce a passare. Parte il secondo tempo, il Vicenza è avanti per 15 a 0 ma non bisogna illudersi e togliersi dalla testa che la partita sia già finita; i nostri ragazzi sembrano pensarla allo stesso modo, continuano a macinare gioco con un Bassano che in certi momenti sembra quasi rassegnato e nell’ordine vanno in meta Sasso, Bruttomesso, Boscolo e Di Gioia (con trasformazione di Belluomini) il vantaggio di sette mete a questo punto risulta quasi imbarazzante, dentro si noi speriamo che arrivi una loro meta per non chiudere a 0 la partita e proprio in chiusura di incontro  Benito raccoglie una palla in uscita dalla mischia e la porta in meta trascinandosi tre dei nostri; pochi secondi ancora e arriva il fischio dell’arbitro che fissa il punteggio sul 37 a 5 per il Vicenza. Il Vicenza conferma quanto di buono già visto a Rovigo quindici giorni fa in termini di qualità di gioco e voglia di dare il massimo; adesso lo attendo due impegni interni il prossimo contro il Verona che ci precede di un punto in classifica e poi il Mirano, ma a questo punto visti i risultati delle prime due giornate, è probabile che la partita con il Verona sia quella decisiva per stabilire chi delle due possa proseguire alla fase successiva.

Rangers Rugby Vicenza: Sasso, Maran Marco, Cielo, Pomi, Antonello, Boscolo, Lopresti, Baggio, Cominato, Di Gioia, Schaer, Bruttonesso, Zatton, Belluomini, Toffanin.
A disposizione: Ballardin, Negurita, Giacomello, Maran Matteo, Vozzolo e Giordino.

Allenatori: Barbara Barban e Carlo Zambonin

Marcatori: P.t.:  2’ m. Antonello (0-5); 7’ m. Sasso (0-10); 14’ m. Cielo (0-15). S.t.: 4’ m. Sasso (0-20); 8’ m. Bruttomesso (0-25); 11’ m. Bruttomesso (0-30); 23’ m. Di Gioia (0 -37) tr.Belluomini; 29’ m. Franceschini (5-37).

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *