Rangers Rugby Vicenza

Under 16. Chiude il campionato con una sconfitta interna il Rangers Vicenza……dal nostro inviato

Girone 1 Elite
Rangers Rugby Vicenza vs Leonorso Rugby Udine 0 – 17 (p.t. 0 – 7)

Ultima di campionato a Vicenza arriva l’Udine, molti dei nostri speravano di concludere con una vittoria il campionato élite che nel girone di ritorno ci ha regalato poche soddisfazioni, ma l’Udine ha meritatamente vinto la partita contro un Vicenza che malgrado la volontà e l’impegno non è riuscito a costruire gioco e concretizzare le poche occasioni che ha avuto. Giornata splendida con il sole che scalda l’aria decisamente primaverile, dopo tanta acqua ne avevamo bisogno; inizia la partita, il Vicenza ha qualche problema di formazione e sperimenta Toffanin come mediano di mischia, malgrado sconti qualche inevitabile lentezza nei movimenti se la cava egregiamente; l’Udine viene da un periodo difficile, per infortuni e indisponibilità a Mogliano ha perso la partita a tavolino e il suo girone di ritorno è stato meno brillante del primo, l’ultima partita contro il San Donà ha comunque dato segnali di risveglio. Nella fase iniziale le due squadre si fronteggiano in sostanziale equilibrio, il tema è quello già visto nelle ultime partite con il Vicenza che cerca il gioco per vie centrali con qualche timido tentativo di aprire la palla mentre l’Udine che si dimostra formazione forte fisicamente e cerca le ali con maggior convinzione. I placcaggi dell’Udine fermano le nostre percussioni mentre i loro tentativi di passare per vie esterne pian piano prendono consistenza mettendo in crisi i nostri tre quarti che non sempre si fanno trovare pronti al placcaggio, al 17’ il risultato si sblocca con l’Udine che manovra bene la palla sulla fascia destra e trafigge la nostra difesa troppo timida nel cercare il placcaggio. Il Vicenza prova a reagire alternando azioni individuali a tentativi di aperture sulle ali che però vengono sempre fermati e non risultano mai pericolosi, partita che si fa difficile; in chiusura di tempo l’Udine ha l’opportunità di allungare con un calcio di punizione che fortunatamente non riesce a realizzare, primo tempo che si chiude sul 7 a 0 per i nostri avversari. Inizio di secondo tempo con una bella azione del Vicenza che centralmente cerca di passare grazie ad un sostegno finalmente efficace ma la palla buona si perde su un nostro avanti, sull’azione l’arbitro non vede uno sgambetto dell’Udine su Boscolo ma interpreta il movimento di Baggio nel liberarsi da un placcaggio come fallo di reazione e manda la nostra terza linea fuori per dieci minuti, “mazziati e cornuti”. Partita sempre più complicata per il Vicenza che fatica a costruire gioco e creare occasioni in attacco, al 15’ arriva anche la punizione a favore dell’Udine che questa volta realizza portandosi  sul 0 – 10, a questo punto il Vicenza avrebbe bisogno di 2 mete per ribaltare il risultato della partita e sembra proprio non avere la forza per provarci. Passa il tempo con l’Udine che controlla la partita e negli ultimi 10 minuti il Vicenza dà l’opportunità a tutti quelli in panchina di entrare, la seconda meta dell’Udine arriva al 32’ in piena fase di recupero con la nostra difesa che non riesce ad opporsi ad un’azione non irresistibile. L’Udine festeggia la vittoria che faceva comodo ad entrambe le formazioni solo in termini “morali” per chiudere in bellezza il campionato, le posizioni di classifica non sono di quelle di testa quindi entrambe le squadre dovranno passare per la fase a barrage in quanto solo i primi quattro posti assicurano il passaggio di diritto. Fine campionato e tempo di bilanci, il Vicenza chiude al settimo posto, il Villorba ci precede di un punto superandoci all’ultima giornata grazie alla vittoria conseguita sul difficile campo del Petrarca che chiude al terzo posto e lascia a San Donà e Benetton il compito di provare a conquistare il titolo accedendo alle fasi nazionali; la posizione di classifica del Vicenza ci lascia parecchio amaro in bocca, la partenza al fulmicotone con quattro vittorie consecutive tutte ottenuto con il bonus ci aveva proiettato in testa alla classifica e ci aveva fatto sognare, ma proprio l’Udine sul loro terreno ci aveva inchiodato sul pareggio costretto a fare in conti con la realtà amara, la scelta successiva di non continuare a tenere i giocatori più forti di Vicenza e RAV nella squadra élite e l’infortunio di Cadorini contribuivano a complicare la situazione della squadra che nel corso del campionato non ha trovato una soluzione tecnica in grado di risollevarla.

Rangers Rugby Vicenza: Cielo; Maran, Giacomello, Pomi, Antonello; Boscolo (Vice capitano), Belluomini; Baggio, Cominato, Giordino; Schaer, Bruttomesso; Casarotto, Zatton, Toffanin (capitano).
A disposizione: Faggionato, Vozzolo, Maran, Ballardin, De Cao, Bicego
Allenatore; Zambonin

Marcatori: p.t.: 15’ Udine meta  tr. (0 – 7); s.t. 15 ’ Udine c.p. (0 – 10); 32’ Udine meta tr. (0 – 17).

ARBITRO: Pozzato Matteo.

NOTE: Cartellino giallo a Baggio (2’ st).

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *