Rangers Rugby Vicenza – Amatori Rugby Vicenza | Dal 1974 il Rugby a Vicenza

Under 14. Al Trofeo Topolino i giovani biancorossi sfiorano l’impresa

Ed eccoci arrivati al terzo torneo a cui partecipiamo per questa stagione e che ci vede impegnati in uno dei più importanti del minirugby a livello nazionale, in poche parole il “Topolino”. Tutta l’under 14 si è preparata al meglio per affrontare questi due giorni immersi nel rugby, sia i ragazzi guidati dai nostri educatori sia i genitori per allestire un terzo tempo degno di questo nome, considerando anche che avevamo come ospiti la squadra del Colchester Rugby, presente con ben due formazioni sui campi di Silea.Iniziamo dal terzo tempo dove l’organizzazione gestita dalla sempre presente Nuccia, Letizia, Daniela, Luisa e Rita, insomma tutte le mamme presenti assieme all’aiuto di tanti volenterosi genitori abbiamo avuto un risultato eccellente, le provviste sono state tutte di ottima qualità, vino e bibite in abbondanza e sempre presenti sui tavoli che accompagnavano le varie “portate”, porchetta compresa perfettamente affettata dall’ormai acclamato Maestro Paolo Seraglio, non è mai mancato niente, inoltre la disposizione dei gazebo creava un vero e proprio accampamento visibile anche da lontano dallo sventolio delle bandiere del minirugby vicentino, utili per chi aveva problemi di orientamento indicava il ritrovo per altri eventuali brindisi. Insomma un vero successo, veramente complimenti a tutti e un infinito ringraziamento a chi ha organizzato, trasportato e allestito il tutto, la bellezza di partecipare a questi tornei sono anche queste semplici cose da mettere in primo piano per aver creato un ritrovo per la squadra e ospiti di livello assoluto. La cronaca delle partite e in particolare per questo torneo diventa difficile in quanto le partite nei due giorni sono state tante e con tempi unici da 12 minuti, quindi risulta difficile “raccontare” la partita come fatto singolo, in generale possiamo sicuramente affermare che la squadra si è comportata meravigliosamente bene. Bisogna essere preparati e anche molto bene a partecipare a questi avvenimenti, ci sono tante variabili che si possono creare strada facendo che obbliga alcune scelte di formazione pur mantenendo la certezza di impiegare tutti i ragazzi a disposizione e in linea di massima gli educatori gli hanno impiegati nel migliore dei modi. Siamo stati inseriti nel girone Q1 con le seguenti squadre, Riviera – Oltremella – Villorba – Delebio – Lainate – Lazio – Lumezzane e le partite saranno, in ordine con le prime tre nella mattinata e con le rimanenti quattro nel pomeriggio. Iniziamo il torneo con il Riviera Rugby vincendo con un secco 3-0 prendendo confidenza con un campo bagnato dalla pioggia sia dei giorni scorsi ma anche dalla notte appena trascorsa e anche la seconda partita la chiudiamo con una vittoria per 2-0 contro l’Oltremella. Discorso a parte per il terzo incontro che ci vede affrontare un lanciatissimo Villorba e per questa partita, chi si aggiudicherà l’incontro, avrà molte possibilità di partecipare l’indomani nel girone delle prime classificate per quanto riguarda i gironi dei campi del Silea. I ragazzi istruiti a dovere dagli educatori affrontano gli avversari in dodici interminabili minuti dove resistono ai loro attacchi con un eccellente pacchetto difensivo facendo indietreggiare gli avversari ad ogni loro attacco e chiudendo questa combattuta partita sullo 0-0, risultato che conferma la nostra grande forza difensiva contro avversari che affrontati durante le fasi di campionato ci avevano nettamente battuti. Il risultato ottenuto non permette più di commettere passi falsi sia a noi che al Villorba, con eventuali bonus presi (segnando 4 o più mete) ci porterebbe a fine giornata a essere i primi del girone, risultato insperato a molti ma ottenuto con grande forza di volontà. Finalmente pausa pranzo per i ragazzi e finalmente un terzo tempo per chi era impegnato con i ragazzi al campo di gioco, un po’ di svago e quattro chiacchiere assieme ad un buon prosecco, momenti irrinunciabili. Ma arriviamo agli incontri pomeridiani consapevoli dell’impresa da compiere battendo il Delebio Rugby con un secco 5-0 e proseguendo conaltro secco 6-0 con il Lainate Rugby, il Villorba intanto nei suoi incontri macina gli avversari prendendosi tutti i bonus a sua disposizione. Difficile ma non impossibile il prossimo avversario è Lazio rugby, ma purtroppo il sogno svanisce vincendo “solo” 1-0, la tensione è stata alta per tutto l’ incontro non imponendo mai il gioco come nelle due partite precedenti, il successivo 5-0 a tavolino con il Lumezzane conferma il secondo posto del girone. A risultati acquisisti rimane il rammarico di aver perso un’occasione forse unica di entrare nelle prime 8 del Torneo ma non deve sminuire quanto realmente ottenuto, anzi siamo nelle prime 16 posizioni, un risultato insperato all’inizio a cui dobbiamo dare il giusto risalto, i progressi fatti negli ultimi tempi è stato notevole e questo premia il lavoro fatto sul campo e il fatto di non aver subito nemmeno una meta avvalora quanto detto. Finisce la prima giornata si smonta il nostro micro accampamento, c’è chi torna casa a riposare chi ancora rimane per un’ultima birra e per delle interminabili discussioni e chi invece rimane in attesa del giorno dopo ma tutti saranno pronti a misurarsi ancora con altre realtà del rugby italiano ed estero. Per alcuni (fortunati) la serata prosegue assieme alla squadra del Colchester ospiti da loro per trascorrere una bella serata in allegria possiamo dire a tutta birra. La domenica mattina finalmente fa la sua comparsa un sole che rende la mattinata addirittura calda e il programma d’oggi ci vede impegnati con il Prato Rugby, St. Anselm’s Rugby (Inglesi provenienti zona Liverpool)  e il San Donà. S’inizia con il Prato, solida formazione toscana e dopo una bella e combattuta partita finisce in pareggio con un 5-5 che non accontenta nessuno e inoltre subiamo la prima meta, ma purtroppo non sarà l’ultima. Secondo incontro con gli Inglesi dello St. Anselm’s Rugby e subiamo la prima delle due sconfitte, il risultato di 20-0 non lascia dubbi, ci sono stati superiori in special modo nelle ripartenze. Finiamo quest’avventura affrontando il San Donà, ma perdiamo anche quest’incontro per 5-0, oggi purtroppo non siamo stati reattivi e combattivi come il giorno precedente e i ragazzi escono dal campo delusi ma oggi è andata così. Per noi finisce qua il “Topolino”, ci rimane la consapevolezza che i ragazzi in questi due hanno dato tanto e per quanto affermato in precedenza restiamo consapevoli che le prestazioni fornita da tutti i ragazzi è stata esemplare. Essere nelle prime sedici del torneo ci pone appena dietro alle più blasonate Società Italiane e non, questo è un grandissimo risultato di cui andar fieri. A fine di giornata gli ospiti del Colchester ci hanno voluto ringraziare dell’ospitalità che gli abbiamo riservato donando 4 loro maglie a 4 nostri atleti poi si sparecchiano i tavoli che fino a poco prima erano zeppi di quello che ognuno di noi di buono immagina e così si chiudono i nostri gazebo si carica armi e bagagli sulle auto e si ritorna verso casa mentre alcuni irriducibili si recano al Monigo per vedere le finali. Sono stati due giorni pieni di rugby, amicizia e cordialità ed è questo che i nostri ragazzi vogliono e che vogliamo anche noi ed è stato veramente piacevole viverlo con tutti quelli che hanno partecipato o voluto prenderci parte. Se mi consentite un’ ultimo ringraziamento alla Società del Silea che ci ha ospitati in questi due giorni, sempre cordiali e gentili ad ogni nostra richiesta, trovare delle persone speciali ti fa trascorrere dei giorni speciali. Un po’ come noi.

Grazie a tutti e alla prossima

BPVì Amatori Rugby Vicenza: Accursio – Allegro – Berlato Sella – Candiago – Dalla Pozza – Fantin – Flaugnatti – Fusetti – Gallinaro – Mattiello – Mereu – Petucco – Peretti – Pozzi – Rizzato  – Rossato – Seraglio – Trulla – Zambonin – Martelletto –De Meo.

Educatore: Lind David – Bartoli Marco –Milan Marco – Manuela Grigolato.

Dirigenti: Flaugnatti Luciano con l’aiuto fondamentale di Berlato Sella Marco (report), Allegro Alessandro (tuttofare) , Rizzato Valter (foto) gli altri il resto.

 

 

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *