Rangers Rugby Vicenza

Prima partita al Comunale, seconda vittoria in campionato………la cronaca

Rangers Rugby Vicenza vs Santamargherita Rugby Valpolicella 23 – 7 (pt. 3 – 7)

3’ Dopo le prime schermagli, i primi contatti e i primi “tuffi” sul campo perfettamente inerbito ma intriso dalle abbondanti piogge, gli ospiti guadagnano un calcio di punizione da posizione centrale poco fuori la nostra linea dei 22 metri. Calcia l’estremo veronese, sufficientemente potente ma indirizzato sulla sinistra dei pali. Niente di fatto.
6’ A seguito di un tallonaggio con le mani, viene punito il Valpolicella che, ardimentoso, aveva giocato costantemente nella nostra metà campo. Col il calcio assegnatoci varchiamo finalmente la metà campo. Segue clip 1 e clip 2


10’ Il gioco è costellato da numerose mischie. Le mani indurite dal freddo e il pallone bagnato che diventa una saponetta favoriscono ripetuti “avanti” mettendo alla prova i due pacchetti entrambe potenti e ben organizzati.
12’ Ed è proprio da una mischia nella nostra metà campo che prende il via l’azione che porta i veronesi in meta. Abili nel gestire la palla, dopo uno scambio molto veloce, trovano il buco che permette loro di andare a depositare la palla in meta. Dalla successiva trasformazione, arrivano altri due punti. Parziale 0 -7. Resteranno fino alla fine gli unici punti messi a segno dal Valpolicella.
14’ I nostri incassano il colpo, ma reagiscono bene, iniziano a giocare con grinta ed aggressività. Prima Stanfill e poi Furegon vincono le rispettive collisioni spostando in avanti il baricentro della squadra. Sale forte dalle tribune l’incitamento di fede biancorossa e simultaneamente muoviamo bene la  palla al largo avvicinandoci alla loro area dei 22 metri.
15’ E ci entriamo nella loro 22, gli ospiti commettono fallo entrando lateralmente in rack e vengono puniti con un calcio di punizione. Posizione decentrata ma per Pavin ordinaria amministrazione. Palla in mezzo ai pali e accorciamo le distanze portandoci sul 3 – 7.
18’ Lanciamo la palla in touche all’altezza della metà campo e dopo averla vinta, partiamo con una rolling maul che guadagna metri. I veronesi la fanno crollare e prontamente l’arbitro assegna ai vicentini un calcio di punizione. Pavin, da posizione decentrata e da ben 45 metri mette, seppur di poco, al lato.
21’ A seguito di un intelligente calcio di spostamento, portato fuori dai veronesi, ci troviamo a giocare una touche nella loro 22. Lancia Barbi per Fracca. Si forma una maul che guadagna metri ma all’altezza degli ultimi 5, veniamo puniti dall’arbitro per un tenuto a terra. I veronesi hanno la palla per liberare il pericolo.
23’ Ottima la nostra touche che “ruba” al Valpolicella il lancio, ma Bano nel successivo controllo, commette un “avanti” e la palla passa agli ospiti.
24’ L’arbitro estrae il giallo e manda dietro i pali Fraccaroli, terza centro veronese, per falli ripetuti
26’ I veronesi, grazie ad un calcio di punizione si riportano nella nostra 22. Un “furba” sul loro primo uomo trova i nostri pronti a bloccare gli sviluppi. Non insistono attorno al raggruppamento e allora cercano migliori sorti al largo, ma i nostri non concedono un solo metro obbligando gli avversari ad un avventuroso controllo di palla che finisce con un ennesimo “avanti”.
29’ L’arbitro vede uno dei nostri giocare da terra e prontamente fischia il calcio di punizione. Valpolicella ancora una volta sulla linea dei nostri 22 per lanciare la touche. Ancora un lancio storto e la palla passa nelle mani di Barbato per un nostro lancio.
31’ Rizzo e Fracca in touche forniscono una prestazione eccellente, svettano fornendo a Pavin un pallone che grazie ad un ottimo calcio di spostamento ci fa guadagnare metri e fiato.
33’ Prodigioso calcio di spostamento di Pavin che posiziona la palla all’altezza dei 5 metri veronesi che si rifugiano in touche. Notevole guadagno territoriale e possesso nostro in zona punti. Da Barbato a Fracca e mischia che avanza verso la meta. Purtroppo ci viene fischiato un “muro” e l’azione svanisce.
35’ Ancora una touche “rubata”. La palla arriva all’ariete Stanfill, il quale carica il proprio avversario vincendo l’ennesima collisione, ma l’arbitro, sullo sviluppo dell’azione vede un  “avanti” di Marchiori e la palla passa agli ospiti.
39’ Placcato non lascia il placcatore e per l’arbitro calcio di punizione a nostro favore. Pavin si incarica di spedire la palla in touche all’altezza dei 30 metri avversari. Questa volta la nostra touche fino ad ora impeccabile, si lascia rubare una palla che però viene controllata precariamente. Mischia con nostra introduzione. Imperiosa partenza di Stanfill che dritto per dritto carica i malcapitati avversari guadagnando preziosi metri e innescando una veloce azione alla mano che porta i biancorossi dentro ai 22 avversari. Purtroppo ci scappa un “avanti” e l’arbitro a questo punto decreta la fine del primo tempo. Siamo sotto 3 a 7. Tutto è ancora possibile.
41’ Al rientro in campo, Nicoli rileva Fracca, autore di una prestazione magistrale in touche e da vero “grinder”
42’ L’arbitro punisce i veronesi per un “collo” ai nostri danni e da posizione centrale ma da 35 metri dai pali Pavin calcia per il 6 – 7.
42’ Valpolicella rimette la palla in gioco ma calcia direttamente fuori. Mischia con nostra introduzione proprio da centro campo. Purtroppo, nel ripartire Stanfill commette ancora “avanti”. Non è un caso che tutti i giocatori in campo facciano esercizi sul posto per scaldarsi. Il freddo punge, la pioggia fa il resto e di conseguenza i movimenti non risultano proprio fluidi.
45’ I nostri si tuffano sul raggruppamento formatosi sulla linea dei nostri dieci metri. L’arbitro punisce Cenghialta e concede agli ospiti un calcio di punizione. L’esecuzione non è delle migliori. La palla è corta e diviene preda dei nostri.
46’ Bello slalom di Doglioli che si impadronisce della palla sulla metà campo ed inizia uno slalom che lo porta alla soglia dei “ventidue” avversari. Placcato, ma la palla velocemente trasmessa a l largo mette in moto i nostri trequarti ma, una volta placcati, non vengono lasciati dal placcatore. Calcio di punizione da 25 metri e il sorpasso è servito. 9 – 7
48’ I veronesi cercano di portarsi in avanti ma i placcaggi dei nostri risultano puntuali ed efficaci impedendo così agli ospiti di guadagnate terreno. Puntuali anche i nostri calci di alleggerimento che costringono ad affannosi recuperi le retroguardie del Valpolicella.
51’ A seguito di una azione insistita dei biancorossi che a lungo, prima con una maul poi con un calcio passaggio di Pavin che serva all’ala Iotti, l’arbitro fischia ancora un fallo agli ospiti l’ennesimo fallo del placcatore che non lascia il placcato.
52’ Calcia Pavin che piazza il pallone in mezzo ai pali. Altri 3 punti sul tabellone per la compagine berica.
54’ Valpolicella si ripresenta nella nostra ventidue grazie ad un calcio di punizione fischiato ai biancorossi per un fuorigioco. Agli ospiti il lancio in touche.
60’ Nicolis, seconda linea del Valpolicella ed entrato da appena 10 minuti, si prende un giallo lasciando i propri compagni il quattordici.
61’ I nostri entrano ancora una volta nei 5 metri avversari costringendo gli avversari ad una liberazione affannosa in touche.
65’ Barbi lancia per Rizzo. Poderosa spinta degli avanti che entrano in area di meta e con Cenghialta depositano la palla sul verde prato per la prima meta storica dei biancorosso al Comunale. La trasformazione, affidata a Pavin da posizione molto angolata, non ha buona sorte,
65’ Prima della ripresa del gioco, Mazzini rileva Dolcetto in prima linea.
66’ L’arbitro fischia ai veronesi una punizione in nostro favore in quanto un giocatore avversario è partito davanti al proprio calciatore. Concede altresì altri 10 metri ai nostri per punire i veronesi che contestavano la decisione. Il pallone incoccia il palo ed esce lateralmente. La touche spetta al Valpolicella.
70’ Agli ospiti viene a mancare un po’ di lucidità, e qualche errore di troppo in fase di liberazione mette i nostri in condizione di giocare ancora in attacco.
74’ Da una mischia con nostra introduzione, la palla passa velocemente da Stanfill a Masi (nel frattempo entrato al posto di Bano) a Doglioli e da questo a Gastaldo che lanciato a tutti si avvicina a grandi falcate alla linea di meta veronese. Un intervento estremo permette ai veronesi di sospingere Gastaldo e palla in touche. Manca niente……
75’ I veronesi tentano di reagire affidandosi dei calcioni in avanti, facile preda di Doglioli o di Pavin che con potenti calci di spostamento permettono ai nostri di giocare costantemente nel campo avversario.
77’ Gli avversari sembrano più provati dei nostri che pigiano ancora sull’acceleratore e con buona gestione della palla, trovano al largo Mazzini che riceve palla ma a pochi passi dalla meta viene sospinto fuori dal campo. I nostri sono ancora pimpanti e creano occasioni che sfumano ad un niente dalla meta.
77’ Dopo Pogni per Furegon, tocca a Pelizzari entrare sul campo di gioco prendendo il posto di Torregiani autore di una prova maiuscola.
78’ Poco lucidi ma molto generosi i veronesi tentato di uscire dalla loro metà campo, diventata ormai sede stabile delle operazione dei biancorossi.
78’ Gli ospiti commettono l’ennesima entrata laterale nei raggruppamenti e l’arbitro punisce. Pavin non ha esitazioni. Si va per i pali anche se distano ben 48 metri dal punto dove Nicola si appresta a calciare. Breve rincorsa e con strepitosa perizia balistica che permette ai biancorossi di allungare ulteriormente.
79’ Ultimi scampoli di partita. Esce Rizzo ed entra Gnata.
79’ C’è ancora tempo per l’ennesimo calcio concesso ai vicentini a ben 47 metri dai pali avversari. Pavin anche in questo caso non esita. Palla sulla piazzola, potente calcio e altri tre punti per il definitivo 23 a 7.
80’ L’arbitro dice che per oggi può bastare e manda tutti negli spogliatoi. Rangers Rugby Vicenza batte Santamargherita Valpolicella Rugby 23 a 7.
Una partita segnata dal mal tempo, una mistura di pioggia,freddo e vento che ha finalmente mostrato il vero volto della squadra di casa.

 Formazioni

Rangers Rugby Vicenza:  Doglioli (Cap), Gastaldo, Herenù, Marchiori, Iotti, Pavin, Bano (28’ s.t. Masi), Stanfill, Cenghialta (32’ s.t. Traverso), Torregiani (37’ s.t. Pelizzari), Rizzo (39’ s.t. Gnata), Fracca (4’ s.t. Nicoli), Furegon (35’ s.t. Pogni), Barbato, Dolcetto (25 s.t. Mazzini).
A disposizione: Bonuomo
Allenatori: Roberto Rampazzo e Matteo Piovene

Rugby Club Valpolicella: Massalongo, Bettini, Roman, De Leo, Saccomani, Damoli, Musso (25’ s.t. Zardini), Fraccaroli, Pivetta, Previato (15’ s.t. Abouarrouchè), Filippini (10’ s.t. Nicolis), Bianchi, Momi (25’ s.t. Russo), Zampini, Ferrari.
A disposizione: Carraro, Tripodi, Simoncelli, Corso
Allenatore: Zanella

Marcatori: p.t.  9’ m. Musso tr. Roman (0-7); 18’ cp. Pavin (3-7); s.t. 4’ cp. Pavin (6-7); 10’ cp. Pavin (9-7); 15’ cp. Pavin (12-7); 25’ m. Cenghialta (17-7); 35’ cp. Pavin (20-7); 39’ cp. Pavin (23-7)

Calciatori: Pavin (Rangers Rugby Vicenza) 6/9; Roman (Rugby Club Valpolicella) 1/2.

Arbitro: Rossi (Piacenza)
Assistenti:  Gobbi, Tavelli

Cartellini:  24’ p.t. giallo Fraccaroli (Rugby Club Valpolicella); 20 s.t. giallo Nicolis (Rugby Club Valpolicella)

Note: Pioggia, campo in ottime condizioni. Stadio Comunale 300/400 Spettatori

Punti conquistati in classifica: Rangers Rugby Vicenza 4; Rugby Club Valpolicella 0. 

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *