Rangers Rugby Vicenza

Fine anno 2011 con l’amaro in bocca per l’Under 16

Il 2011 si chiude con l’amaro in bocca  per l’Under 16 del Rangers Rugby Vicenza, non tanto per la sconfitta onorevole nel punteggio (17 a 12) maturata sul terreno del Valsugana Rugby Padova e per la perdita del secondo posto nel Girone Elite, con il Petrarca Padova che scavalca la nostra compagine di 1 punto a seguito della vittoria con bonus  riportata sul S.Donà, quanto per l’infortunio riportato in uno scontro fortuito di gioco da Carlo Meneghello.
La partita non è stata bella sotto il profilo del gioco, con le due squadre che si sono presentate all’appuntamento non nelle migliori condizioni psicologiche, i nostri penalizzati da una serie di infortuni e malanni, l’ultimo dei quali  la frattura dell’omero subita nell’ allenamento di venerdì scorso da Andrea Zimello, che li ha privati di alcune pedine importanti e gli avversari con l’assillo di fare risultato a  tutti i costi,dopo le sconfitte rimediate con Tarvisium e Benetton, ma non ha certo tradito le aspettative sotto l’aspetto dell’intensità agonistica come ogni “derby” che si rispetti.
La cronaca. Il Rangers Vicenza si fa sorprendere all’inizio del primo tempo dal Valsugana che sfrutta un indecisione in difesa dei nostri schiacciando l’ovale nella parte destra dell’area di meta e portandosi in vantaggio per 7 a 0 grazie alla trasformazione del bravo mediano di mischia Minozzi. I nostri reagiscono peraltro con coraggio e prima con una meta non trasformata di Cossalter frutto di un’azione corale degli avanti e dei tre quarti e poi con un intelligente iniziativa di Carlo Meneghello che si insinua tra  le linee del Valsugana e depone il pallone in mezzo ai pali, propiziando la successiva trasformazione, chiudono in vantaggio la prima frazione per 12 a 7. Il secondo tempo si apre con il Valsugana in attacco, ma al 5° minuto si verifica l’episodio che condiziona inevitabilmente il prosieguo della partita per i nostri.
Come già anticipato, Carlo Meneghello, che sta cercando di contendere sulla linea di out sinistra una palla agli avversari che lo pressano per spingerlo fuori subisce un pesante placcaggio, che lo costringe ad abbandonare il terreno di gioco per accertamenti medici. Alla ripresa i nostri cercano di stringere i denti, ma sono sicuramente frastornati e la maggiore determinazione e grinta messa sul campo dagli avversari  porta il Valsugana, che capitalizza al meglio anche le uscite per infortuni per fortuna più lievi di Boscolo e di Biasolo, a siglare con i suoi trequarti altre 2 mete che valgono la vittoria finale. Nulla da recriminare al riguardo: il  rugby è uno sport che premia chi ci crede sino all’ultimo, anche se il Rangers non ha certo demeritato per l’impegno e la volontà profusi in campo. Una menzione particolare per Francesco Tarussio, che ritornando a disputare un incontro non certo di ordinaria amministrazione dopo due mesi di  assenza ha subito favorevolmente colpito  per la quantità e qualità del lavoro svolto come mediano di mischia e per il capitano Cossalter che ha cercato in ogni momento della partita di trascinare avanti i suoi compagni.
Forza ragazzi !!! Il momento è sicuramente difficile ma i tanti amici che, per avverse vicende, oggi non possono scendere in campo vi chiedono di  tirare fuori il famoso spirito di gruppo di cui vi siete sempre fregiati e che vi fa rispettare da parte di qualsiasi altra squadra.
Allenatori, dirigenti e  genitori sono con voi e tutti insieme sapremo ancora costruire qualcosa di buono per  onorare i nostri colori e provare a tutti  cosa sia il  “cuore” del Rangers Vicenza Under 16.

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *